Eventi, feste e sagre

Storie di donne del Medioevo, ricordando il Festival di Gubbio

Un viaggio a ritroso nel tempo, ricordando sempre una tappa importante del festival eugubino, che ha sottolineato in questo 2019 il ruolo delle donne nel medioevo (e non solo)

Si è concluso da tempo il Festival del Medioevo 2019 a Gubbio, la cui anteprima è stata quest'anno organizzata a Passignano sul Trasimeno. "Esibite, occultate, immaginate. Storie di donne nel Medioevo” è stato il titolo dell'evento che si è tenuto sabato 8 giugno 2019 (lungolago Pidocchietto a partire dalle 17.00). 

Protagonisti dell'evento a Passignano sono stati tre storici con altrettanti argomenti, uniti da un filo conduttore tutto al femminile: Jacopo Mordenti ha parlato de "Le mie migliori nemiche. Il conflitto fra il Comune perugino e il Trasimeno nel programma allegorico della Fontana Maggiore di Perugia (1278)”; Sara Piccolo Paci, ha illustrato "L'abito femminile nella seconda metà del Quattrocento. Appunti intorno alla rievocazione storica”, e Glauco Maria Cantarella ha tratteggiato i ritratti di tre importanti figure: "Visibili e invisibili: tre donne davanti al potere. Matilde di Canossa, Adelaide del Vasto contessa di Sicilia e regina di Gerusalemme, Elvira di Castiglia regina di Sicilia (1046-1134)”. 

L'evento di Passignano riecheggia ancora oggi per l'alto valore culturale della manifestazione eugubina, che dal 25 al 29 settembre 2019 si è concentrata sul mondo femminile. "Donne. L'altro volto della Storia” è stato il motivo conduttore di più di cento lezioni di storia a ingresso libero tenute dai maggiori esperti italiani ed europei dell'età medievale. Principali sostenitori del Festival del Medioevo sono sempre il Comune di Gubbio, il GAL Alta Umbria e la Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia, che ha promosso il progetto "Anteprime Festival del Medioevo” per valorizzare il ricco patrimonio storico e culturale di molti altri centri della regione Umbria. 

L'appuntamento "Esibite, occultate, immaginate. Storie di donne nel Medioevo” è nato dalla collaborazione con il Comune di Passignano sul Trasimeno e l'Ente Palio delle Barche, che organizzano la principale manifestazione di rievocazione storica della città.

Vuoi lasciare un commento?

Compila i campi per lasciare un commento. Il commento verrà pubblicato dopo l’approvazione del moderatore.